#PeterDinklage difende la terra dall’invasione aliena

Uscito 4 anni fa su Youtube, il corto Pixels di Patrick Jean (che potete vedere alla fine di questo articolo) ha presto conquistato il mondo.

Sarah Paulson di American Horror Story, Nicole Beharie di Sleepy Hollow, Maisie Williams e Natalie Dormer di Game Of Thrones, Katey Sagal di Sons of Anarchy e Tatiana Maslany di Orphan Black hanno risposto alle domande dei fan e del moderatore durante, l’oramai annuale, appuntamento con Women who kick ass (Donne che spaccano) al Comic-Con di San Diego.

Gli argomenti trattati spaziavano dal make up ai consigli sugli stunt per finire con ciò che le fa più arrabbiare.

Qui sotto alcuni dei punti salienti della discussione:

La relazione tra il tuo personaggio Abbie, Nicole Beharie, l’altro protagonista delle serie, Ichabod Crane manterrà la componente plutonica che l’ha caratterizzata finora oppure virerà sul romanticismo come molte serie tendono a fare?

Beharie: spero proprio che continui così com’è. Una delle cose che mi ha indotto a partecipare a questa serie è il fatto che Abbie non viene definita da nessun uomo e che lei fosse molto poco perfettina. In realtà il suo aspetto è quello che avrei io tutti i giorni. é bello non doverti preoccupare di come appari e poterti concentrare veramente sulle intenzioni e sul fare il tuo lavoro. Mi sono tolta un gran peso di dosso.

Poi si è cominciato a parlare di fondi schiena:

Sagal: io e Sarah (Paulson) ne stavamo giusto parlando. La grandezza del sedere, l’immagine del corpo, cosa significa essere donna, essere condsapevoli della misura del proprio didietro o la sua mancanza. Hollywood è anti-sedere… solo, l’intera sessualizzazione delle donne.

Natalie Dormer: prima hai parlato di come sia liberatorio poter lavorare senza doversi proccupare del proprio aspetto… voi ci guardate e non vi rendete conto di quanto trucco e luci ad hoc siano necessari a farci sembrare perfette. Riceviamo un bel po’ d’aiuto.

Paulson, ridendo: e quando non sembriamo belle è solo come siamo realmente.

Natalie Dormer: non penso sia salutare per le ragazzine sfogliare i giornali di moda e guardare questie serie alla TV pensando che questo sia lo standard. Un’attitudine più europea la trovi quando guardi film francesi o spagnoli, sono molto più aperti alla natura umana e al dettaglio particolare. Abbiamo bisogno di vedere che non siamo tutti perfettamente simmetrici e della stessa forma.

Sagal: e va bene invecchiare. Per troppo tempo il criterio dell’età ha imperato nei casting americani, c’è bisogno di una visione più realistica che mandi un messaggio realistico.  Sembra che, in Europa, si possa invecchiare.

Natalie Dormer: i migliori esempi di ruoli femminili al momento sono in TV. Katniss Everdeen – per quanto popolare sia – è un’anomalia. Lo è veramente.

Ancora su TV e donne:

Natalie Dormer: il fatto che la televisione non tenda a polarizzare la figura femminile – e per questo è di gran lunga più avanti del cinema – è fantastico. Gli sceneggiatori maschi, e lo dico con tutto l’amore e il rispetto possibili, spesso cercano di ritrarre una donna o come un angelo o come una puttana, farne la strega o relegarla ad un piedistallo. Quando mi viene chiesto di Margaery dico sempre che le due cose non si escludono a vicenda. Non è che se sei pratico e politicamente esperto di conseguenza sei una persona cattiva. Puoi essere buono e scaltro.

Non dovete più mettervi a fare riverenze:

Beharie: un sacco di uomini arrivano sul set come comparse o ospiti per una sola puntata, e riconosco che adesso ho una certa forza, un certo potere che mi deriva dall’essere uno dei protagonisti dello show. Il solo fatto di poter occupare il tuo spazio e non doverti per forza spostare o ridimensionare o altro.

Arya, in Game Of Thrones, sarà anche una dura, ma è anche solo una ragazzina.

Maisie Williams: è una ragazzina di 12 anni e piacerebbe molto poter scordare che ha puntato una lama alla gola di un altro essere umano. Nella serie è un momento cruciale, certo, ma non puoi vivere una vita come quella e essere a posto con la testa per sempre. Non funziona così.

Sull’interpretare un clone transgender in Orphan Black:

Maslany dice che interpretare Tony è stato un “privilegio” e al contempo una “grande responsabilità” non ché una delle sfide più gradni mai affrontate. “Quando fai l’attore dubbio e paura sono i sentimenti di cui più devi tenere conto perché non sai di cosa sei capace e momenti strabilianti possono scaturire da situazioni simili. “

Interpretare una donna anziana è la sfida che fa più paura:

Paulson: è molto difficile interpretare una donna di 80 anni. Se non hai quell’età sei consapevole che non ne devi fare una caricatura. Io ho avuto la fortuna di aver girato già 12 episodi della serie prima di girare il finale. é stata la cosa che più mi ha messo paura, ricordo che Ryan Murphy era molto preoccupato per il trucco. Sembravo mia nonna, esattamente lei, ed è stato un po’ strano. Ho pensato, se rovino tutto, se la mia interpretazione fosse scadente, innaturale, non me lo potrei mai perdonare. Avevo questi seni di semi per gli uccelli… “

Cosa sono?

Paulson: sono praticamente dei sacchetti di semi che sembrano grandi pesanti vecchie tette che penzolano. è stato bellissimo, davvero. è quello che mi succederà tra un po’ se sono fortunata, ho pensato. Bellissimo. Un giorno avrò un sacchetto di semi. é stato impegnativo. Non mi dovevo preoccupare di dover essere attraente per le altre persone, mi limitavo a far fuori chiunque fosse sulla mia strada.

C’è mai stata una scena in cui avresti voluto interpretare un altro ruolo?

Sagal: mi piacerebbe impersonare un uomo. Girare in moto… Lo dico anche se sono terrorizzata all’idea di salire su di una moto. Mi piace solo l’idea di poter scorazzare in giro con altri motociclisti, non suona fantastico?

Maisie Williams: mi piacerebbe poter fare più stunts. Molte volte abbiamo le controfigure che girano per noi. Mi piacerebbe anche lavorare di più con i cavalli. So che Richard Madden è riuscito perfino a galoppare, quindi piacerebbe farlo anche a me.

Dormer a Williams: io vorrei essere te.

Che consigli potete dare sull’essere attori?

Sagal: fate delle scelte nella vostra vita e il lavoro verrà di conseguenza. Seguo questo principio molto più ora perché mi sento più sicura e lavoro con continuità per un certo periodo. Quando ero più giovane e cercavo di combinare qualcosa, sento di aver maltrattato la mia vita in nome dell’ambizione o della paranoia di non riuscire a trovare un nuovo progetto… Siamo i promotori di noi stessi in quanto attori. Non che io non abbia avuto una vita piena, ma mi sento come se avessi perso alcuni passaggi, quando ero più giovane, perché ero troppo concentrata… Avere una famiglia è una benedizione. Ad un certo punto li ho semplicemente portati con me sul set e ero in grado di fare le due cose insieme, perché non riuscivo a risolvere la questione. Come posso avere dei figli e non lavorare? I giovani attori devono andare avanti, il resto vien da sé.

Paulson: seguirò questo tuo consiglio. Ho paura che possa finire da un momento all’altro, che pensi di poterti fermare. Fermarti per fare cosa? Farti una vita? Dei figli? Incontrare qualcuno?

Quale supereroe o cattivo vorreste essere, senza badare al genere?

Maisie Williams: L’uomo ragno, mi piace che sia agile e un po’ ingenuo.
Maslany: Raffaello delle Tartarughe Ninja, quel’accento di Brooklyn…
Beharie: Mi piacerebbe poter sollevare un’auo. Forse Hulk.
Sagal: Non so se sia considerato un supereroe, ma mi piacerebbe essere Ceasar ne Il Pianeta delle Scimmie.
Paulson: Wolverine.

Tradotto da Cinzia C
Fonte: hitfix.com
Donne che spaccano… a San Diego #nataliedormer #maisiewilliams Sarah Paulson di American Horror Story, Nicole Beharie di Sleepy Hollow, Maisie Williams e Natalie Dormer di Game Of Thrones, Katey Sagal di Sons of Anarchy e Tatiana Maslany di Orphan Black hanno risposto alle domande dei fan e del moderatore durante, l’oramai annuale, appuntamento con…

Pedro Pascal ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della Valar Morghulis Dubbel Ale, l’ultima collaborazione fra Game of Thrones e il birrificio belga Brewery Ommegang, in occasione del Comic-Con di San Diego. E’ stato proprio lui a versare il primo bicchiere e l’ha definito squisito.

Pedro Pascal ha utilizzato un’espressione simile anche quando gli è stato chiesto di descrivere Oberyn Martell se fosse stato un drink. “Intenso, squisito… E anche un po’ pericoloso” ha dichiarato. “Un veleno eccellente.

Giovedì pomeriggio Pascal ha gentilmente versato e servito la Valar Morghulis ai clienti che affollavano il Wired Cafe.

Se dovesse scegliere il compagno di bevute ideale proveniente da Game of Thrones, sarebbe senza dubbio Tyrion Lannister. “Io e Tyrion saremmo stati grandi amici” ha affermato l’attore. “Ci saremmo cacciati in un sacco di guai, e molti di questi avrebbero avuto sicuramente a che fare con la birra o con il vino!

Per i fortunati fan l’evento ha rappresentato un’opportunità di incontrare l’attore, ma anche di assaggiare la birra, che sarà nei negozi a partire da settembre.

Fonte: makinggameofthrones
Tradotto da Alessia B. P.
Tutti gli uomini devono bere, anche #PedroPascal! #oberynmartell #sdcc2014 #gameofthrones Pedro Pascal ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della Valar Morghulis Dubbel Ale, l’ultima collaborazione fra…

Disruptor Beam ha annunciato, in collaborazione con HBO Global Licensing e Kongregate, che il loro gioco, Game of Thrones: Ascent, è adesso disponibile su iPhone e Android.

Game of thrones: Ascent dà la possibilità ai fan di immergersi nel mondo di Westeros al di là dei libri e della serie tv, vivendo la vita di un nobile. Dopo aver raggiunto milioni di giocatori su Facebook, e dopo essere stata presentata una versione per iPad, il team è emozionato di portare il loro gioco a un pubblico più vasto.

“Anche se abbiamo più di 4 milioni di giocatori sulla versione web e iPad di Game of Thrones Ascent, sappiamo che ci sono ancora molte persone che preferiscono giocare sul loro telefono e tablet iPhone e Android”, disse Jon Radoff, CEO e Fondatore di Disruptor Beam. “Siamo emozionati di estendere il gioco a un pubblico ancora più vasto!  Abbiamo ridisegnato l’interfaccia utente affinché i giocatori possano adesso godersi lo stesso fantastico gameplay che avevano visto online, ma su questi nuovi dispositivi”.

Aggiungeranno anche nuovi contenuti per mantenere i fan occupati anche durante il fuori stagione.

“Anche se la stagione 4 è finita, i tradimenti e i fidanzamenti non devono finire!” dice Rich Gallup, il Produttore Esecutivo di Game of Thrones: Ascent. “Infatti, decine di migliaia di persone hanno già seguito Daenerys a Yunkai e partecipato al consiglio al processo di Tyrion – e questo è solo l’inizio! Aggiungeremo tonnellate di nuovi contenuti nei prossimi mesi includendo migliaia di missioni originali, nuovi oggetti, aggiornamenti e molto altro”.

Il gioco può essere scaricato sull’App Store e su Google Play.

Fonte: winteriscoming.net
Tradotto da Annamaria M.
#GAMEOFTHRONESASCENT disponibile su iPHONE e ANDROID #gioco #tronodispade Disruptor Beam ha annunciato, in collaborazione con HBO Global Licensing e Kongregate, che il loro gioco, …

Murdoch vuole Game of Thrones:
il colosso mediatico Time Warner rifiuta un’offerta di 47 miliardi di sterline dalla 21th Century Fox.

  • A quanto pare, Rupert Murdoch è deciso ad aggiungere Time Warner al suo impero
  • Time Warner detiene la HBO, creatrice di True Blood e Game of Thrones

  • Time Warner sostiene di non avere nessun interesse nel parlare con Murdoch

Il colosso cinematografico e televisivo Time Warner ha rifiutato un’offerta di 80 miliardi di dollari (47 miliardi di sterline) proveniente dalla 21th Century Fox, impero di Rupert Murdoch.

Time Warner detiene non solo il canale via cavo HBO, creatore di True Blood e Game of Thrones, ma anche l’emittente televisiva CNN e Warner Bros, padre di Harry Potter, Batman e The Hangover (Una notte da leoni).

Ha rifiutato i soldi e le azioni della Fox dicendo che non ha intenzione di rilasciare ulteriori dichiarazioni ma al New York Times è stato detto che l’83enne Murdoch era deciso a stipulare un accordo.

Time Warner, con sede a New York, ha detto: “Il consiglio è certo che portando avanti il suo piano strategico si aggiungerà valore alla Compagnia e ai suoi azionisti in modo significativo; inoltre, questa è una proposta superiore a qualsiasi altra la 21th Century Fox possa offrire”.

Ha aggiunto poi che c’erano “rischi da non sottovalutare dal punto di vista strategico, operativo e normativo”.

L’impresa di Murdoch pensa che “21th Century Fox possa confermare che abbiamo fatto una proposta formale alla Time Warner il mese scorso per unire le due compagnie”.

“Il consiglio dei dirigenti della Time Warner ha rifiutato di perseguire la nostra proposta. Al momento non c’è dialogo con la Time Warner”.

Fonte: thisismoney.co.uk
Tradotto da Chiara S.
#Murdoch vuole #GameofThrones Murdoch vuole Game of Thrones: il colosso mediatico Time Warner rifiuta un’offerta di 47 miliardi di sterline dalla 21th Century Fox.

Tutti gli errori sul set di #GameofThrones 4 #tronodispade #bloopers

Al Comic-con di San Diego oltre a presentare le novità della quinta stagione de Il trono di spade…

/ Posted on Jul 27 2014 at 8:01pm via superskrull with 118 notes

 

Game of Thrones Panel at the 2014 San Diego Comic Convention

/ Posted on Jul 27 2014 at 4:01pm via wissywigg with 143 notes

Rose Leslie racconta del suo ruolo nella serie TV Utopia, delle voci sul suo ritorno a Downton Abbey e dell’addio a Game of Thrones

#RoseLeslie racconta del suo ruolo nella serie TV #Utopia, delle voci sul suo ritorno a #DowntonAbbey e dell’addio a #GameofThrones #ygritte

Rose Leslie racconta del suo ruolo nella serie TV Utopia, delle voci sul suo ritorno a Downton Abbey e dell’addio a Game of Thrones.

“Pellicce, arco e frecce non smetteranno mai di mancarmi”

Hai interpretato il ruolo di Gwen, la domestica di Downton Abbey. Secondo alcune voci potremmo vederti tornare nella serie: sono solo dicerie o c’è del vero?

Solo dicerie. Prima di tutto perché non dipende da…

View On WordPress

Come lo scorso anno, durante il panel di Game of Thrones al San Diego Comic-Con la HBO ha diffuso un video che mostra alcuni dei nuovi volti che vedremo durante la quinta stagione del nostro amato telefilm. Di seguito potete vedere il video e l’elenco completo degli attori (e un re-cast) che reciteranno in Game of Thrones 5:

Alexander Siddig – Doran Martell
DeObia Oparei – Aero Hotah
Toby Sebastian – Trystane Martell
Jessica Henwick – Nymeria “Nym” Sand
Rosabell Laurenti Sellers – Tyene Sand
Keisha Castle-Hughes – Obara Sand
Jonathan Pryce – High Sparrow
Enzo Cilenti – Yezzan
Nell Tiger Free – Myrcella Baratheon (il re-cast di cui accennammo tempo fa qui).

Ricordate di commentare cosa ne pensate di queste scelte e del recasting che ci sarà. Inoltre, è da notare che Toby Sebastian è il ragazzo (o ex?!) di Sophie Turner: ci saranno scintille sul set!? :D

Di seguito potete vedere il video ufficiale e molte foto del panel di Game of Thrones… Quanta invidia per chi era lì, vero?

Cliccate sulle foto per ingrandirle:

#GameofThrones 5: ecco i nuovi volti che vedremo nella prossima stagione #tronodispade #gotseason5 Come lo scorso anno, durante il panel di Game of Thrones al San Diego Comic-Con la…